Google Website Translator Gadget

English plantillas curriculums vitae French cartas de amistad German documental Spain cartas de presentación Italian xo Dutch películas un link Russian templates google Portuguese foro de coches Japanese catálogos de Korean entrevistas a Arabic Chinese Simplified

Buscar este blog

Cargando...

Traductor

jueves, 13 de septiembre de 2012

Intese con induisti e buddhisti (ITALIA)

http://confronti.comunita.unita.it/2012/09/13/il-senato-ha-approvato-le-intese-con-induisti-e-buddhisti/

13/9/12

 

Los miembros de confesiones religiosas tendrá  en una ventaja más segura, entre otras cosas, para el bienestar espiritual, un reconocimiento de los efectos civiles del matrimonio religioso y una mejor protección de los lugares de culto, así como el uso de las donaciones como deducibles de impuesto sobre la renta.

 

 

“Esprimo viva soddisfazione per il voto di ieri alla Commissione Affari Costituzionali del Senato che, in sede deliberante, ha approvato le Intese con l’Unione buddhista italiana e con l’Unione induista italiana – ha dichiarato il pastore Massimo Aquilante, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) all’Agenzia stampa Nev -. Auspicando che con un rapido voto alla Camera possa concludersi questo lungo iter relativo alle Intese con induisti e buddhisti ma anche con i Testimoni di Geova, la Fcei conferma il suo impegno per la piena applicazione delle norme costituzionali in materia di libertà religiosa”.

 

Solo qualche mese fa la Fcei e la Commissione delle chiese evangeliche per i apporti con lo Stato hanno promosso un convegno su questo tema per sensibilizzare le forze politiche. L’approvazione di Intese è un passaggio importante ma sullo sfondo resta il problema di una legislazione sul tema della libertà religiosa ferma alle vetuste norme sui ‘Culti ammessi’. “L’approvazione all’unanimità in Commissione Affari costituzionali in sede legislativa delle Intese con buddisti e induisti è un fatto estremamente importante – ha sottolineato il senatore Pd, Stefano Ceccanti a votazione raggiunta ed ha proseguito – il che dimostra la capacità espansiva del sistema di libertà religiosa delineato dalla Costituzione italiana, capace di andare al di là anche del tradizionale ambito giudaico-cristiano. I contribuenti italiani vedranno così aumentate le possibilità di scelta relative all’otto per mille. Gli aderenti alle confessioni religiose potranno in un quadro più certo usufruire, tra l’altro, di assistenza spirituale, di un riconoscimento degli effetti civili del matrimonio religioso e di una migliore tutela degli edifici di culto, oltre ad avvalersi di erogazioni liberali deducibli dall’Irpef. Ringrazio l’altro relatore, il collega Malan, il Presidente Vizzini e tutti i gruppi, a partire da quello del Partito Democratico, per lo sforzo corale che mette ora in grado la Camera di chiudere entro la fine della legislatura”, ha concluso Ceccanti.

 

Soddisfatto per l’approvazione delle Intese anche il pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, che ha espresso un giudizio positivo su questa accelerazione che “costituisce un passo avanti incoraggiante”. Il moderatore si augura “che anche la Camera proceda celermente all’approvazione di un provvedimento che, quando sarà definitivamente varato, avrà un grande significato culturale perché riconoscerà anche comunità di fede di tradizione diversa da quella giudaico-cristiana. E’ di grande importanza che il legislatore colga la novità di un’Italia sempre più multiculturale e multireligiosa. Come valdesi e metodisti, i primi ad avere avuto un’Intesa, ci sentiamo impegnati ad affermare e sostenere i diritti di tutte le confessioni religiose.”Per il senatore Lucio Malan (PdL), relatore insieme al senatore Ceccanti del disegno di legge, sono stati fatti passi importanti per la libertà religiosa e ha auspicato “che la Camera approvi velocemente queste Intese completandone l’iter”.

No hay comentarios.:

Publicar un comentario

.